Viaggio di famiglia intrapreso durante le vacanze di Pasqua. Un test per verificare quanto siano propensi i nostri figli a partecipare con noi in questo genere di esperienza che reputo artistica, culturale, istruttiva e formativa! Direi che è andato tutto alla grande, bambini felici e che non volevano più tornare a casa. Niente neve, niente bagni, niente parchi, eppure entusiasti di girovagare con noi per questa stupenda città. Abbiamo usato un sacco di mezzi di trasporto per la felicità di Giulio: aereo, tram, metro, taxi, funicolari e sottolineo Hippo Trip! In pratica è un giro turistico su questo pullman che è anche anfibio, quindi dalla terra si entra direttamente nel fiume Tago…. tutti i bambini presenti erano al settimo cielo nel momento in cui si passa da terra a fiume, con un sacco di schizzi, tipo canoa di Gardaland! Bellissimo l’ascensore di Santa Justa, dall’alto si ha un magnifico panorama della città ed è assolutamente da provare, consiglio tra le 9.00 e le 9.30, altrimenti si forma una coda lunghissima, non idonea con i bambini trepidanti!


Cibo diverso, ma apprezzato! Piazze, architetture, monumenti, Chiese…. tutto accettato con positività. Perplessi nel sentire parlare in portoghese, più avvezzi all’inglese! Insomma, siamo soddisfatti e sappiamo che potremo senza problemi viaggiare con i nostri bambini dove e quando vorremo. Non è mica da poco!
Arte portoghese vista, ma non posso dire di conoscerla. Tra l’altro i loro artisti non sono a livello di fama eccelsa, non hanno un Picasso o un Leonardo da Vinci, o almeno non me ne sono accorta! Nelle storie raccontate dalle guide trattano sempre il Terremoto del 1755 e delle relative ricostruzioni strutturali alla città. Spiegano i loro trascorsi da colonizzatori e quello che ne è derivato (Thè, Cacao, Zucchero, ricchezze in generale). Ma non fanno mai cenno ad artisti contemporanei famosi. Ci sono, opere di artisti portoghesi sono esposte nei loro Musei, ma i loro nomi non sono per tutti! Rimangono di nicchia e per esperti, i bambini non lo sono certamente, quindi non ho dato molto peso a questo aspetto durante il soggiorno a Lisbona.
La Torre di Belèm è bellissima, il Castello che sovrasta la città da una collina molto affascinante, il Barrio Alto caratteristico, il lungo fiume da vacanza vera!

La capitale portoghese è grande, noi abbiamo soggiornato 4 giorni, ma diventano praticamente 3 se consideriamo il tragitto andata-ritorno, quindi non l’abbiamo girata tutta, abbiamo compiuto delle scelte strategiche, però siamo contenti della scelta fatta e rilassati da questa gita famigliare! Lisbona va bene per tutti!

Due considerazioni:

  1. le foto non le ho scattate io, quasi tutte ritraevano i miei figli e come potete notare non li metto mai sul web, mia scelta!
  2. Vivo a Bergamo, città con due funicolari belle e poco costose, un breve tragitto su quella di Lisbona costa quasi 4 Euro a persona, assurdo!